Continuare a crescere, insieme! Intervista a mister Federico Sozzo

27.06.2022

Facciamo una chiacchierata con mister Federico Sozzo sulla stagione sportiva appena conclusa dalla scuola calcio e dal settore giovanile rossoblù!

Quali sono i pensieri a bocce ferme?
É stata una stagione in cui i ragazzi ed il pallone sono tornati protagonisti. Dopo due anni tra COVID, lockdown, campionati interrotti ed allenamenti individuali finalmente siamo, pian piano, tornati verso la normalità. Anche se ci siamo comunque dovuti divincolare fino a Febbraio tra tamponi e casi di positività. Siamo però orgogliosi di essere riusciti a dare continuità al lavoro ed a non interrompere le nostre attività neanche tra Natale e fine gennaio quando il COVID era riuscito ad entrare praticamente in ogni casa.

Quindi finalmente una stagione che possiamo definire “completa”?
Sì. Col settore giovanile siamo partiti il 16 agosto ed abbiamo chiuso le attività il 20 giugno. Lo stesso dicasi per la scuola calcio : da settembre a giugno tutto d'un fiato con appena due settimane di riposo tra Natale e l'Epifania.

E poi il torneo fuori regione...
Finalmente, dopo due anni di assenza forzata, abbiamo potuto riproporre a ragazzi e genitori la possibilità di partecipare ad un torneo nazionale fuori regione. La risposta è stata superlativa: ben sei squadre iscritte, oltre cento atleti partecipanti a cui vanno aggiunti i membri dello staff e le decine di genitori che ci hanno accompagnato in un’altra indimenticabile esperienza collettiva.

Quindi possiamo parlare di risultati positivi in campo e fuori dal campo?
Il nostro principale motivo di orgoglio è il clima che siamo riusciti a costruire intorno al Novoli Calcio. Siamo una grande famiglia. Ed il merito è della sinergia costruita tra i nostri tecnici, i collaboratori, i ragazzi ed i loro genitori. E’ fondamentale che tutti abbiano compreso quali sono le nostre priorità: crescere insieme in un clima sano e non con l’esasperazione del risultato a tutti i costi, come troppo spesso vediamo in giro. Per riuscire ad ottenere tutto questo sono state importantissime la sensibilità femminile e la costante presenza sui campi di Melissa e Stefania. Due perni fondamentali nella struttura organizzativa della nostra scuola calcio.

Ma i risultati sul campo sono comunque positivi e lusinghieri...
Il nostro obiettivo è accompagnare i ragazzi nel loro percorso di crescita e metterne quanti più possibile nella condizione tecnica, fisica e mentale, di poter indossare la storica casacca rossoblù della prima squadra. Nell'attività agonistica (dai giovanissimi in poi..) i risultati iniziano ad acquisire un valore, ma devono essere una conseguenza del lavoro, non un obiettivo. E comunque credo che debbano essere sempre parametrati con riferimento agli obiettivi che ci si è prefissati.

E gli obiettivi di quest’anno sono stati raggiunti?
Il lavoro di questi anni inizia a dare i primi frutti. Dopo Diego Maggio, Paolo Leaci e Francesco Fedele, quest'anno sono scesi in campo con la prima squadra anche i nostri Giacomo Campilongo, classe 2003, e Federico Perrone, classe 2004, ed oltre a loro sono stati aggregati al gruppo che ha vinto il campionato di Promozione conquistando l’Eccellenza anche i classe 2004 Simone Epifani, Mattia Murra e Marco Zasso oltre al classe 2005 Samuele Caraccio. Non male direi!

E le squadre Juniores, Allievi e Giovanissimi?
Siamo soddisfatti del lavoro svolto in tutte le categorie. Dopo un anno di assoluta inattività è tornata in campo la Juniores di mister Mino Maci. Abbiamo partecipato, con molta soddisfazione, al primo torneo under 18 con il gruppo di mister Alessandro Ventura. Mentre l’under 17 di mister Fiordalisi è arrivata a giocarsi in finale il titolo provinciale con il Nardò. 

E i suoi under 15?
Quest'anno, grazie anche al prezioso lavoro di mister De Luca e dello staff di collaboratori, abbiamo gestito numeri importanti. A Gennaio e Maggio abbiamo iscritto due squadre ai campionati primaverili e sperimentali. Qui ovviamente sono di parte, ma i ragazzi hanno fatto un ottimo percorso di crescita, ottenendo sul campo risultati prestigiosi, oltre ogni più rosea aspettativa.

Due gironi (autunnale e primaverile) conclusi al primo posto e la semifinale del torneo provinciale sono belle soddisfazioni?
Sicuramente. I ragazzi se le sono conquistate con la serietà, la dedizione ed il lavoro. E scendendo sempre in campo con tanti classe 2008 ed addirittura qualche 2009 anche nelle fasi finali. Ma quello che resta è il loro percorso di crescita tecnica ed umana: è quella la nostra soddisfazione più grande!

Il futuro?
Stiamo lavorando per continuare a crescere ed a migliorarci. In questo senso l'arrivo di un nuovo direttore tecnico del calibro di mister Davide de Pandis garantirà una marcia in più al fine di alzare l'asticella degli obiettivi, sempre nel rispetto dei valori che ci contraddistinguono.

Pronti a ripartire?
Nei prossimi giorni il direttore completerà e comunicherà il nuovo organigramma completo. Abbiamo già fissato le date per i primi “Open day” che si terranno sulla terra rossa del “Cezzi” dal 6 all’8 Luglio prossimi. Praticamente non ci siamo mai fermati!

In bocca al lupo mister!
Viva il lupo e..  forza Novoli, sempre!

Novoli, 27 giugno 2022

 

Comunicazioni del tecnico Gioacchino Marangio
Costruire il futuro del Novoli. Intervista al neo direttore Davide De Pandis